Guiglia

La prima menzione di GUIGLIA risale all’anno 890, ma i primi insediamenti umani si considerano alquanto precedenti. Le vicende storiche rivelano da parte della popolazione guigliese un carattere assai fiero e mirante all’indipendenza: si ricordino ad esempio i suoi primi feudatari, i Da Guillia, che al contrario degli altri della montagna non vollero assoggettarsi ai modenesi. Durante le lotte tra le signorie, nel 1345 preferirono perciò parteggiare per i Visconti piuttosto che per la casa d’Este; si narra che l’incendio del castello di Guiglia nel 1361, a pace avvenuta, fu una vendetta dei signori di Modena per tale comportamento. Ricostruito a partire dall’anno successivo, il castello passò in seguito ai Pio di Carpi, al diretto dominio degli Este, per poi divenire terreno di scrontro tra i Tanari e i Montecuccoli. A queste traversie si aggiunse il violento terremoto del 1571, che distrusse nuovamente il castello. Si ebbe finalmente un po’ di pace con la signoria dei Montecuccoli, che durò sino al 1796.

GUIGLIA1

Una rievocazione storica nel centro di Guiglia. Foto ©Roberto Leoni

Il territorio di Guiglia entrò relativamente tardi (1630) tra i possedimenti dei Montecuccoli rispetto agli altri feudi, nelle loro mani fin dal Medioevo. Il conte Giambattista diede inizio alla dinastia dei Montecuccoli Laderchi, un ramo che sopravvisse a molti altri e si estinse nel 1873. Nel 1643, durante la guerra di Castro, condotta da Raimondo Montecuccoli per conto del Duca di Modena contro l’esercito pontificio, Guiglia subì gravi danni; terminata la guerra, i nuovi marchesi trasformarono il castello, sorto probabilmente nel XIII secolo, da antica struttura militare in elegante e sontuoso palazzo signorile. L’ingresso al centro storico di Guiglia è segnato da un arco monumentale ad un fornice, al centro del quale spicca la grande aquila araldica dei Montecuccoli.

GUIGLIA2

Il corteo di una rievocazione storica sfila sotto il grande arco alla cui sommità spicca l’aquila dei Montecuccoli. Foto ©Roberto Leoni


Il sito ufficiale del comune di Guiglia, con tutti gli eventi, le manifestazioni, le informazioni utili.


Bibliografia:
AA.VV. Il Frignano, Insediamento storico e beni culturali, Istituto per i beni artistici culturali e naturali dell’Emilia Romagna, Amm.ne Provinciale di Modena, Modena 1998
A. Garuti, L. Righi Guerzoni, Guida dell’Appennino Modenese, Modena 1991
AA.VV. Le Case, le Pietre, le Storie, itinerari nei comuni della Provincia di Modena

Lascia un Commento